home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Sicurezza dei pedoni: ecco il manuale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

In questa sezione trovate i nostri articoli di approfondimento tecnologico e di novità sulla strada.

Sicurezza dei pedoni: ecco il manuale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

di Cristina Germani – SINA

Ogni anno più di 270,000 pedoni muoiono sulle strade. Globalmente i pedoni rappresentano il 22% delle morti su strada; in alcune nazioni questa proporzione raggiunge addirittura i due terzi di tutte le morti dovute ad incidenti stradali. In Italia, secondo il rapporto ACI-ISTAT 2012, le vittime sono i pedoni nel 15,1% dei casi. Inoltre milioni e milioni di pedoni, anche se non rimangono uccisi negli scontri, restano comunque invalidi in modo permanente. Una soluzione generale al problema della sicurezza stradale, passa anche dalla capacità di far fronte alla sicurezza dei pedoni, che rappresenta una componente importante delle lesioni dovute alla circolazione stradale.

UN MANUALE PER LA SICUREZZA

I rischi nei quali incorrono i pedoni sono ben documentati e correlati anche a diversi fattori quali la guida in stato di ebbrezza, l’alta velocità dei guidatori, la mancanza di adeguate infrastrutture pedonali quali marciapiedi, incroci sopraelevati o di aiole spartitraffico.

Per informare e sensibilizzare un pubblico multidisciplinare (ingegneri, progettisti, professionisti della salute pubblica ed educatori) l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS/WHO) ha realizzato un manuale in lingua inglese. Lo scopo del manuale è quello di contribuire al rafforzamento nazionale e locale delle misure di sicurezza dei pedoni su scala mondiale. Il manuale dell’OMS fornisce al lettore le informazioni necessarie relative all’importanza della morte o lesione del pedone, i fattori rischio, come valutare la situazione di sicurezza dei pedoni in una nazione, di un’area e quindi prevedere un piano d’azione a tal riguardo ed infine come selezionare, progettare implementare e valutare interventi efficaci. Il manuale enfatizza anche l’importanza di un approccio che preveda la parte d’ingegneria e l’educazione oltre che rivolgere l’attenzione in merito ai vantaggi del camminare come mezzo di trasporto salutare ed ecocompatibile.

Ultimi articoli

Visita tecnica – il caso dell’Autostrada A33 Asti – Cuneo, innovazione nelle infrastrutture stradali: strutture, opere in acciaio e riduzione degli impatti ambientali

09/06/2022
di Direzione scientifica - SINA spa

Scuola di perfezionamento SINA – gruppo ASTM per l’ingegneria delle infrastrutture Visita tecnica La costruzione delle grandi infrastrutture di trasporto… Leggi >>

Cuneo: Autostradafacendo porta la sicurezza stradale nelle aule scolastiche

23/05/2022
di Marco Mariscotti – SINA

Nel pomeriggio di martedì 17 maggio 2022 presso l’Aula Magna dell’Istituto di Istruzione Superiore “G.Baruffi” di Ceva (CN), i circa… Leggi >>

“Capacità statica dei ponti autostradali – ammaestramenti dalle campagne sperimentali in scala reale: normativa, progettazione, ispezioni e monitoraggio” – 18 maggio 2022 data da riservare

22/04/2022
di Direzione Scientifica - Sina spa

Nei mesi di luglio e settembre 2021, Autostrada dei Fiori, SINA ed il Politecnico di Torino hanno effettuato una serie… Leggi >>

Pubblicato volume “Intelligent Transport Systems for Safe, Green and Efficient Traffic on the European Road Network” – SINA Consulente Project Manager, firma l’introduzione

12/04/2022
di Assunta De Pascalis - SINA

I Sistemi Intelligenti di Trasporto (“ITS”) sono facilitatori tecnologici strategici che hanno l’obiettivo di rendere il trasporto stradale sempre più… Leggi >>

ICARO 22 propone un test sulla base dei personaggi di Autostradafacendo

10/03/2022
di Assunta De Pascalis

Il 21 febbraio 2022 si è svolto l’incontro organizzato dalla Polizia di Stato con i formatori di ICARO 22. Come… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>