home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Autostrafacendo.it: un anno con voi

Autostrafacendo.it: un anno con voi

di Paolo Pierantoni - SIAS

Autostradafacendo.it ha raggiunto un anno di vita attiva. È entrato online a fine 2011 nella sua forma completa ed attuale. Solo verso dicembre, quindi un anno fa circa, è cominciata quella crescita tumultuosa con valori percentuali che richiedevano tre cifre per descrivere l’incremento della vostra presenza sul sito. La parte più consistente della crescita si è articolata su un semestre, ma già a metà febbraio 2011 si superarono, per la prima volta, le 1.000 visite giornaliere e la corsa, non era poi finita. Tra le oltre 1.700 pagine di contenuti che formano oggi il sito della campagna (tra pagine web, pdf ed altri formati) sono presenti oggi oltre 100 tra articoli e notizie sviluppati ad hoc, per lo più inseriti nella sezione dedicata ad “esercizio e tecnologie“.

 Immagine

Molti di questi articoli sono stati pubblicati grazie al contributo delle Concessionarie del Gruppo SIAS o del gruppo SINA, ma altrettanti articoli vantano la firma dei partner, a partire dai Ministeri dell’Interno, delle Infrastrutture e dei Trasporti e dell’Aiscat. Sempre all’interno del sito, sono ormai disponibili circa 350 filmati e più di 110 fotografie, in gran parte fornite dalle Concessionarie autostradali. Quest’anno autostradafacendo.it ha registrato importanti iniziative anche nell’ambito dalla carta stampata. Ad esempio, Il Giorno, da aprile ad oggi, ha dedicato al progetto 8 uscite, intervistando alti dirigenti tra i partner della campagna, mentre i 6 formati di uscita di LeStrade sono state pubblicate a più riprese a partire dal settembre 2011. La newsletter della campagna è stato un ulteriore sforzo che, con frequenza mensile, da maggio fino ad oggi ha cercato di tenerci legati a voi lettori, proponendo spunti interessanti e – riuscendo – anche note più leggere e divertenti. Abbiamo poi stampato volantini, alcune decine di migliaia di fascicoletti che sono stati distribuiti nelle scuole nell’ambito del campionato di giornalismo e del’iniziativa istantanee di sicurezza, nonché i 37 milioni di biglietti da pedaggio, i calendari, i segnalibri, i bracciali di sicurezza e gli altri stampati. Abbiamo cercato di diffondere la cultura della sicurezza stradale essendo presenti tra la gente, nelle grandi manifestazioni, con i bambini, nelle scuole medie, con i ragazzi più grandi, nelle università, con i partner, a fianco delle autorità locali, nei programmi televisivi, ecc. ecc. Mi piace cogliere l’occasione di questo breve scritto per ringraziare tutti gli attori che hanno cooperato alla riuscita del progetto. In particolare voglio ricordare le istituzioni, i partner della campagna, i tecnici autostradali del gruppo ASTM-SIAS, gli esperti che hanno voluto dare contributi scritti per il sito, lo staff che ha curato la parte editoriale, tutti i collaboratori che hanno curato regolarmente il sito, i disegni, i testi, le traduzioni, gli stampati e tutti gli altri elementi che compongono la piattaforma online ma … in primo luogo vorrei ringraziare tutti quei partner istituzionali e non che – con proprie iniziative – ci hanno aiutato nel compito più difficile: portare la campagna all’attenzione dei cittadini (il concorso vinci in sicurezza, a puro titolo di esempio). È però con un certo pudore che scrivo questa nota, perché non voglio dare l’idea di voler ascrivere autostradafacendo.it al solo gruppo ASTM-SIAS. Infatti questa iniziativa, sebbene effettivamente nata da una scintilla dei nostri responsabili tecnici e di esercizio, è oramai andata ben oltre il perimetro inizialmente previsto e prevedibile, visto il supporto di cento, magari duecento esperti o forse più che ne hanno apprezzato “il fine” ed “il metodo”, appropriandosi di questa campagna e fornendo quei piccoli, grandi e grandissimi contributi che l’hanno modellata e hanno portato ai risultati di questo primo anno di lavoro verso gli utenti della strada. E’ ben chiaro che la nostra missione è quella di progettare, migliorare, gestire e mantenere al meglio le autostrade. Tuttavia il gruppo ASTM-SIAS, operando nell’ambito della propria responsabilità sociale, ha cercato e cercherà ancora di migliorare, anche facendo leva sul fattore n° 1 per la sicurezza stradale: il comportamento umano. Speriamo che l’anno appena iniziato ci permetta nuove e più importanti iniziative per promuovere, nella nostra società, una cultura della legalità e della sicurezza sulla strada.

Gennaio 2013

Ultimi articoli

Tecnica, verifiche e conoscenza per la qualità e la sostenibilità delle infrastrutture di trasporto

28/11/2022
di Direzione scientifica SINA

Visita tecnica 16 dicembre 2022  09:00 – 14:00     La qualità nella costruzione e gestione delle grandi infrastrutture di… Leggi >>

Convegno sicurezza stradale obiettivo zero vittime. Oltre 1000 partecipanti.

22/11/2022
di Direzione scientifica - SINA spa

Il 21 novembre 2022, in occasione della “Giornata mondiale in ricordo delle vittime della strada”, si è tenuta la terza… Leggi >>

400 bambini piemontesi incontrano A33 e Autostradafacendo

09/11/2022
di Assunta De Pascalis - SINA

È stato un bellissimo evento, quello che si è svolto lo scorso 27 ottobre grazie all’iniziativa ed alla disponibilità dei… Leggi >>

Gestione in sicurezza delle infrastrutture stradali: grandi infrastrutture nazionali e viabilità urbana

08/11/2022
di Direzione scientifica - SINA

Ordine degli ingegneri di Milano – Roma Capitale/Assessorato ai Lavori Pubblici e alle Infrastrutture in collaborazione con le giornate della… Leggi >>

Le cinture di sicurezza salvano la vita. In Autostrada dei Fiori muore un passeggero senza cinture posteriori allacciate, salvi gli altri.

25/10/2022
di Assunta De Pascalis – SINA

A distanza di 2 mesi da quanto riportato in questo articolo, leggiamo ancora di un morto in Autostrada dei Fiori… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>