home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA ORA ONLINE

LA BUONA STRADA DELLA SICUREZZA ORA ONLINE

di Carla Messina - Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Nel corso degli anni scolastici 2011-2012 e 2012-2013 il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha ideato e promosso un PROgetto Sperimentale di Educazione alla Sicurezza Stradale, finalizzato alla formazione di una generazione di cittadini responsabili ed educati rispetto alla sicurezza stradale. Rivolto agli alunni della Scuola Primaria e coordinato dalla Direzione Generale per la Sicurezza Stradale in collaborazione con le Direzioni Generali Territoriali, il progetto ha visto la collaborazione anche delle Polizie Locali e nel secondo anno dell’ANAI. Più di 5000 bambini nel primo anno e più di 3000 nel secondo anno di sperimentazione con risultati di gradimento ottimi che hanno portato ad ampliare i materiali del progetto che saranno disponibili ora sul sito del Ministero.  

la buona strada

Tra tutti i materiali proposti i racconti sono stati nei due anni di sperimentazione lo strumento più gradito poiché attraverso le avventure dei protagonisti, i bambini si avvicinano al tema della sicurezza riflettendo sulle proprie abilità e limiti e valutando le conseguenze delle proprie scelte, in strada e non solo.  Nel primo anno  della sperimentazione sono stati proposti due racconti “Una gita in formula uno” ideato per le prime e seconde classi e “Passeggiare sulla luna” ideato per le ultime tre classi della scuola primaria. La sperimentazione ha fatto emergere l’importanza e l’utilità di questo strumento e pertanto si sono aggiunti una ulteriore storia più adatta ai bambini della prima classe intitolata “Spaciac!” , un ulteriore racconto per le terze o le quarte   “Coda serpente e salvagente” e spunti per un testo “A ruota libera nel parco” scritto a quattro mani da ciascun bambino con solo alcuni spunti dell’autore. Il progetto si è arricchito anche con vari questionari intervista che i bambini fanno ai genitori : oltre a “Raccontami come usi la strada” , sono stati realizzati “Che conducenti sei?”, “E tu che guidatore sei?” e “ Fai tu l’esame di guida agli adulti”, strumenti utili per coinvolgere gli adulti di riferimento e parlare di emozioni alla guida, di rischi e capacità di reagire ai pericoli, di prevedibilità e assunzione individuale di responsabilità, di quelle regole istitutive che non limitano l’azione di ciascuno di noi, ma creano dei diritti e ci rendono liberi. Uno dei punti di forza del progetto infatti risiede nel coinvolgimento dei genitori che giocano un ruolo importante anche nell’educazione stradale e pertanto vengono coinvolti per aiutare a infondere nei bambini la necessità di comportarsi in modo sicuro.

Visita il sito del Ministero per ulteriori informazioni e per scaricare i materiali didattici.

Leggi questo articolo dello stesso autore

Ultimi articoli

Tecnica, verifiche e conoscenza per la qualità e la sostenibilità delle infrastrutture di trasporto

28/11/2022
di Direzione scientifica SINA

Visita tecnica 16 dicembre 2022  09:00 – 14:00     La qualità nella costruzione e gestione delle grandi infrastrutture di… Leggi >>

Convegno sicurezza stradale obiettivo zero vittime. Oltre 1000 partecipanti.

22/11/2022
di Direzione scientifica - SINA spa

Il 21 novembre 2022, in occasione della “Giornata mondiale in ricordo delle vittime della strada”, si è tenuta la terza… Leggi >>

400 bambini piemontesi incontrano A33 e Autostradafacendo

09/11/2022
di Assunta De Pascalis - SINA

È stato un bellissimo evento, quello che si è svolto lo scorso 27 ottobre grazie all’iniziativa ed alla disponibilità dei… Leggi >>

Gestione in sicurezza delle infrastrutture stradali: grandi infrastrutture nazionali e viabilità urbana

08/11/2022
di Direzione scientifica - SINA

Ordine degli ingegneri di Milano – Roma Capitale/Assessorato ai Lavori Pubblici e alle Infrastrutture in collaborazione con le giornate della… Leggi >>

Le cinture di sicurezza salvano la vita. In Autostrada dei Fiori muore un passeggero senza cinture posteriori allacciate, salvi gli altri.

25/10/2022
di Assunta De Pascalis – SINA

A distanza di 2 mesi da quanto riportato in questo articolo, leggiamo ancora di un morto in Autostrada dei Fiori… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>