home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Geremia: mai senza patente! Ma con qualche accorgimento….

Geremia: mai senza patente! Ma con qualche accorgimento….

di Bianca Maria CECCHINI - Cisa Engineering

Nessun anziano ama rinunciare definitivamente alla guida, nemmeno avendo l’autista fisso sotto casa. Abbiamo pensato a questo nuovo personaggio proprio per stigmatizzare un problema che diventa di sempre maggiore attualità con l’invecchiamento progressivo della popolazione. Ci sono alcuni incidenti che sono tipici dell’esuberanza giovanile, altri della distrazione, dell’aggressività o del mancato rispetto delle regole. E’  ben noto che la senilità, oltre alla saggezza, porta altri problemi … anche sulla strada. Così abbiamo disegnato il nuovo profilo di Geremia Azzarda, profilo che puoi trovare seguendo questo collegamento. Come sempre, autostradafacendo.it cerca di affrontare in modo scherzoso e leggero temi assolutamente importanti e, in questo caso, ha cercato di presentare, con attenzione e rispetto, un tema che ha anche risvolti sociali rilevanti.  

Immagine Geremia

Sappiamo che per il popolo dei guidatori over 65, soprattutto uomini (nel 2008 il 12,9% del totale dei patentati, dei quali 800.000 over 80 e 32.538 over 90) l’automobile significa non invecchiare proprio del tutto e, cosa più importante, mantenere la propria autonomia. Sappiamo però anche che la mortalità degli anziani per incidente stradale è molto alta (nel 2008 il 18,3% sulla mortalità totale). Esiste quindi una correlazione tra età del conducente e tasso di mortalità? La risposta è sì, perché, senza nulla togliere alle capacità dei conducenti anziani, se è vero che la guida sicura richiede l’integrazione di complesse attività motorie, visive, uditive e cognitive è altrettanto vero che il processo dell’invecchiamento comporta deficit funzionali entrambi raramente percepiti come impedimenti per la guida. Le modificazioni fisiologiche correlate all’età che possono impedire la guida sicura sono soprattutto: • la riduzione dell’acuita visiva statica e dinamica • la riduzione da 170° a 140° del campo visivo periferico orizzontale • la riduzione della visione notturna • l’aumento della suscettibilita all’abbagliamento • il rallentamento della velocita di elaborazione delle informazioni visive • l’allungamento dei tempi di reazione • l’ipoacusia (udito ridotto) C’è da aggiungere che con l’età spesso compaiono malattie croniche (cardiopatie, diabete mellito, cataratta, glaucoma, malattie neurologiche, depressione, artrosi, artrite, ecc.)che richiedono  l’assunzione da parte dei guidatori anziani di farmaci (ad es. benzodiazepine, antistaminici, antidepressivi, antipsicotici) che possono interferire con le prestazioni di guida. Ciò non significa che gli over 75 devono abbandonare l’automobile che, anzi, favorisce  l’autonomia e la partecipazione alla vita sociale, ma solo che ogni guidatore anziano deve  essere informato delle proprie limitazioni funzionali così da potersi autoregolare nella funzione di guida. Semplici ‘autorestrizioni’, come evitare di guidare da soli nelle ore notturne, non superare la velocita di 80 km/h, non guidare per più di 30 minuti consecutivi, si sono dimostrate utili per ridurre la frequenza degli incidenti stradali consentendo agli anziani di mantenere a lungo la capacita di guida preservandone l’autonomia. Nota I contenuti di merito medico e statistico di questo articolo sono tratti dal lavoro di LUCCHI T. – VERGANI C. L´anziano alla guida dell´automobile, U.O. Geriatria, Fondazione Irccs Cá Granda, Ospedale Maggiore Policlinico, Milano, pubblicato  nell’editoriale Giornale di gerontologia disponibile a questo indirizzo.

Ultimi articoli

Tecnica, verifiche e conoscenza per la qualità e la sostenibilità delle infrastrutture di trasporto

28/11/2022
di Direzione scientifica SINA

Visita tecnica 16 dicembre 2022  09:00 – 14:00     La qualità nella costruzione e gestione delle grandi infrastrutture di… Leggi >>

Convegno sicurezza stradale obiettivo zero vittime. Oltre 1000 partecipanti.

22/11/2022
di Direzione scientifica - SINA spa

Il 21 novembre 2022, in occasione della “Giornata mondiale in ricordo delle vittime della strada”, si è tenuta la terza… Leggi >>

400 bambini piemontesi incontrano A33 e Autostradafacendo

09/11/2022
di Assunta De Pascalis - SINA

È stato un bellissimo evento, quello che si è svolto lo scorso 27 ottobre grazie all’iniziativa ed alla disponibilità dei… Leggi >>

Gestione in sicurezza delle infrastrutture stradali: grandi infrastrutture nazionali e viabilità urbana

08/11/2022
di Direzione scientifica - SINA

Ordine degli ingegneri di Milano – Roma Capitale/Assessorato ai Lavori Pubblici e alle Infrastrutture in collaborazione con le giornate della… Leggi >>

Le cinture di sicurezza salvano la vita. In Autostrada dei Fiori muore un passeggero senza cinture posteriori allacciate, salvi gli altri.

25/10/2022
di Assunta De Pascalis – SINA

A distanza di 2 mesi da quanto riportato in questo articolo, leggiamo ancora di un morto in Autostrada dei Fiori… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>