home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Invitati al proprio funerale ma … con lieto fine

In questa sezione trovate i nostri articoli di approfondimento tecnologico e di novità sulla strada.

Invitati al proprio funerale ma … con lieto fine

di Francesco Magagnoli – SINA

Ecco una nuova campagna che, per la propria particolarità, è riuscita a bucare sui media internazionali. La campagna viene dal Belgio si intitola “Go for zero”. Vorrebbe ridurre a zero la mortalità su strada, a partire da quella causata dalla velocità eccessiva.
Lo sanno anche i sassi che la velocità è contemporaneamente causa e fattore aggravante dell’incidentalità su strada, ma l’esperienza comune ci porta a riflettere sul fatto che una conoscenza così diffusa, non comporta una altrettanto rigorosa applicazione del concetto nella pratica quotidiana.
La particolarità della comunicazione belga è subito intuibile guardando questo video e leggendo quest’articolo su Omnimoto.
Il video in questione si intitola: “Partecipereste al vostro funerale?” e mostra alcune persone invitate ad un evento che scoprono essere la messinscena del proprio funerale, quando morti per incidenti stradali.

sietesicuridivolereandareveloce

Questo approccio è senza dubbio spiazzante, ma bisogna riconoscere che può essere un modo efficace per promuovere un cambiamento di prospettiva: da un concetto “noto” che riguarda la “società” ad un tema che tocca la “mia” vita e che richiede quindi la “mia” attenzione.
Gli organizzatori (ed io con loro) consigliano di inviare il video ad un amico che reputiamo troppo veloce alla guida e consigliano di leggere idee e commenti (in francese) sul tema della velocità.
Infine, ulteriori del informazioni possono essere tratte da questo articolo del periodico francese Le Point (in francese) e come ricordato in quest’altro articolo della rivista online “Le strade dell’informazione” (ANAS), seguendo questo collegamento è possibile vedere un interessante video del Comitato ungherese per la prevenzione degli infortuni, che spiega perché correre in strada o su pista non è la stessa cosa …

Ultimi articoli

Incidenti stradali e rianimazione: il video delle scuole guida Europee

01/07/2022
di Direzione Scientifica SINA

EFA (associazione europea delle scuole guida), in collaborazione con il Consiglio europeo per la rianimazione (ERC) ha lanciato un video… Leggi >>

Visita tecnica – il caso dell’Autostrada A33 Asti – Cuneo, innovazione nelle infrastrutture stradali: strutture, opere in acciaio e riduzione degli impatti ambientali

09/06/2022
di Direzione scientifica - SINA spa

Scuola di perfezionamento SINA – gruppo ASTM per l’ingegneria delle infrastrutture Visita tecnica La costruzione delle grandi infrastrutture di trasporto… Leggi >>

Cuneo: Autostradafacendo porta la sicurezza stradale nelle aule scolastiche

23/05/2022
di Marco Mariscotti – SINA

Nel pomeriggio di martedì 17 maggio 2022 presso l’Aula Magna dell’Istituto di Istruzione Superiore “G.Baruffi” di Ceva (CN), i circa… Leggi >>

“Capacità statica dei ponti autostradali – ammaestramenti dalle campagne sperimentali in scala reale: normativa, progettazione, ispezioni e monitoraggio” – 18 maggio 2022 data da riservare

22/04/2022
di Direzione Scientifica - Sina spa

Nei mesi di luglio e settembre 2021, Autostrada dei Fiori, SINA ed il Politecnico di Torino hanno effettuato una serie… Leggi >>

Pubblicato volume “Intelligent Transport Systems for Safe, Green and Efficient Traffic on the European Road Network” – SINA Consulente Project Manager, firma l’introduzione

12/04/2022
di Assunta De Pascalis - SINA

I Sistemi Intelligenti di Trasporto (“ITS”) sono facilitatori tecnologici strategici che hanno l’obiettivo di rendere il trasporto stradale sempre più… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>