home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Studieremo droga ed affaticamento alla guida – le autorità Svedesi prendono posizione

In questa sezione trovate i nostri articoli di approfondimento tecnologico e di novità sulla strada.

Studieremo droga ed affaticamento alla guida – le autorità Svedesi prendono posizione

di Ruggero Ceci - Ministero Svedese dei Trasporti

A tutela del traffico stradale e, più in generale, nel settore dei trasporti, le norme di principio vengono formulate per limitare al massimo l’uso di alcool, visto che gli effetti negativi dell’alcool alla guida sono ben conosciuti e documentati.
Ci sono invece altri prodotti e droghe per cui gli effetti e le soglie di tollerabilità non sono altrettanto noti e ben definiti. Volendo andare verso un ulteriore miglioramento della sicurezza è quindi di grande importanza lo sviluppo di ulteriori indagini di merito.
Inoltre la sonnolenza e la stanchezza alla guida sono concetti relativamente complessi che coinvolgono una serie di condizioni mentali e fisiologiche collegate a processi biologici e biochimici nel corpo umano. Le sostanze stupefacenti possono essere categorizzate in modi molto differenti. Una semplice definizione, che risulta coerente con il contesto di alterazione alla guida, può essere: “un composto che colpisce il sistema nervoso centrale ed una o più funzioni sensoriali“.

ceci1

In Svezia un concetto di “tolleranza zero” è stata la regola in caso di alterazione da droga alla guida fatto che, in pratica, significa che la polizia ha il diritto legale di mettere un guidatore sotto accusa per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, ogni qualvolta che questo venga fermato per un controllo e risulti positivo, indipendentemente dal quantitativo effettivamente assunto ed efficace al momento.
Nello studio delle conseguenze delle droghe alla guida, ci sono metodologie consolidate che possono essere classificate in due grandi gruppi: gli studi sperimentali e gli studi epidemiologici. Per lo studio degli effetti della sonnolenza alla guida, gli studi di laboratorio (ad esempio con simulatore) sono da preferire, rispetto a prove su strada, per ovvi motivi di sicurezza.
Tramite precedenti studi, il numero di incidenti correlati a fenomeni di sonnolenza è stimato in ragione del 15-20% del numero totale di incidenti. Gli effetti delle droghe sul corpo umano sono relativamente ben noti, mentre i conseguenti effetti sulla sicurezza del traffico stradale, ad oggi, sono stimati a grandi linee. Proprio per questo, c’è ancora molto da fare per chiarire quale sia l’impatto delle droghe sulla sicurezza del traffico Svedese, su scala nazionale.
Abbiamo stilato un rapporto in lingua svedese che contempla anche una serie di contromisure per prevenire incidenti stradali correlati all’uso di droghe ed all’affaticamento.
Una delle misure individuate è proprio lo sviluppo di metodi per misurare più precisamente e stimare le dimensioni del problema “droga” nel traffico avendo così una migliore comprensione di quale sia l’impatto delle droghe e della sonnolenza sul numero di incidenti stradali.
Inoltre, la collaborazione tra i diversi attori coinvolti (es. le istituzioni e le organizzazioni ospedaliere) devono essere sviluppati al fine di trovare una soluzione al problema.

Questa pagina riporta sostanzialmente le conclusioni cui sono arrivate le autorità svedesi sul tema. Riteniamo che questo documento di posizione, possa promuovere ulteriormente la sicurezza sulle nostre strade, sempre nell’ambito di quella “visione zero“che ormai da qualche anno contraddistingue la nostra azione e che, sempre di più, sta facendo proseliti in Svezia ed altrove.

Ultimi articoli

La sicurezza nelle gallerie: normativa, esercizio autostradale e gestione delle emergenze – formazione ai sensi del D. Lgs. 264/06

26/09/2022
di Direzione Scientifica - SINA

Giornata della scuola di perfezionamento SINA (gruppo ASTM)  Martedì 25 ottobre 2022 – 8:45 – 13:30 Per la registrazione seguire… Leggi >>

L’esperienza di una vita non sempre impedisce di fare delle sciocchezze

12/09/2022
di Assunta De Pascalis – SINA

Non si finisce mai di… sbagliare! Paul Pelosi, 82 anni, marito di Nancy Pelosi, presidente della Camera dei Rappresentanti degli… Leggi >>

Fondazione ANIA 2022: “SINA NELLA GIURIA DEL PREMIO SULLA SICUREZZA STRADALE SANDRO SALVATI”

05/09/2022
di Direzione Scientifica SINA

SINA – Gruppo ASTM, giuria nella Quinta Edizione del Premio Tesi di Laurea “Sandro Salvati” sulla Sicurezza Stradale. La Fondazione… Leggi >>

Autostrada dei Fiori: la sicurezza passa anche per la tutela degli animali.

31/08/2022
di Assunta De Pascalis – SINA

L’abbandono degli animali è la solita piaga che affligge il periodo estivo e questa brutalità, se compiuta sulle autostrade e… Leggi >>

A Trento un’altra vittima del mancato uso dei sistemi di ritenuta posteriori. Il guidatore è penalmente responsabile per i minori senza cintura.

30/08/2022
di Assunta De Pascalis – SINA

Ancora una volta, il 13 agosto 2022, la vettura su cui viaggiavano tre ragazzi è finita contro un muro e… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>