home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Nazioni Unite: parte una nuova politica verso la sicurezza stradale e la sostenibilità

Nazioni Unite: parte una nuova politica verso la sicurezza stradale e la sostenibilità

di Luciana Iorio - Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Le fatalità su strada ed il numero di feriti gravi con lesioni permanenti continuano a riempire le cronache nel mondo intero. L’esigenza di una mobilità sicura e capace di generare crescita e progresso è stata ribadita ai più alti livelli delle Nazioni Unite attraverso due avvenimenti simbolici.
Lo scorso luglio i negoziati per la definizione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals) si sono conclusi, e il documento programmatico degli obiettivi programmatici dei prossimi anni è stato adottato a fine Settembre nella Assemblea Generale delle Nazioni Unite da Capi di Stato e di Governo. Per la prima volta, in un documento strategico dedicato alle politiche di sviluppo, i temi della sicurezza stradale, di una mobilità sicura ed affidabile, della vivibilità delle aree urbane e della protezione degli utenti vulnerabili sono stati inseriti tra gli obiettivi la cui realizzazione sarà indice di crescita e progresso (vedi Obiettivi 3 ed 11 – testo in inglese).
E’ un chiaro segno dell’interesse a responsabilizzare i più alti vertici delle Nazioni presenti a New York nell’attuazione di azioni e progetti a livello nazionale e operativamente anche a livello internazionale per rendere visibili e tangibili i risultati e l’impegno di governo nelle politiche per promuovere la Sicurezza Stradale come mezzo per la crescita sociale, economica e civile della collettività attraverso una mobilità che crea opportunità e non distrugge potenzialità come accade con le stragi su strada.

todt ban ki moon
A ribadire questo impegno, determinante per le Nazioni Unite, è stata anche la nomina da parte del Segretario Generale dell’ONU, Ban Ki-Moon, di un inviato speciale per la Sicurezza Stradale (UN Special Envoy for Road Safety), individuato nella persona di Jean Todt, noto al grande pubblico nazionale per il suo ruolo di ex-direttore della scuderia Ferrari. La conoscenza e l’esperienza del mondo della tecnologia applicata ai veicoli e il ruolo ricoperto a livello mondiale come figura di spicco nel campo dell’automobilismo sportivo, ne fanno un testimone privilegiato di quanto può essere importante muoversi su strada seguendo le regole, rispettando i codici di condotta e di guida, muovendosi responsabilmente su strada nel rispetto degli altri.
Jean Todt, come inviato speciale delle Nazioni Unite, ha il compito di promuovere a livello mondiale gli intenti delle Nazioni Unite, così come descritti, sottolineando anche come sia importante agire nell’ambito delle Convenzioni di Ginevra e degli strumenti normativi regolati in sede UNECE.
Il giorno 5 Ottobre 2015, a Ginevra, Jean Todt ha informato gli Stati Membri (attraverso il comitato WP1 – UNECE Road Safety Forum), delle strategie che intende adottare per lo sviluppo del proprio mandato, partecipando poi alle discussioni di rilievo globale che facevano parte dell’agenda programmata.
Per ulteriori informazioni, rimandiamo alle fonti ufficiali:
– Sustainable Development Goals
– UN Special Envoy for Road Safety

Ultimi articoli

Tecnica, verifiche e conoscenza per la qualità e la sostenibilità delle infrastrutture di trasporto

28/11/2022
di Direzione scientifica SINA

Visita tecnica 16 dicembre 2022  09:00 – 14:00     La qualità nella costruzione e gestione delle grandi infrastrutture di… Leggi >>

Convegno sicurezza stradale obiettivo zero vittime. Oltre 1000 partecipanti.

22/11/2022
di Direzione scientifica - SINA spa

Il 21 novembre 2022, in occasione della “Giornata mondiale in ricordo delle vittime della strada”, si è tenuta la terza… Leggi >>

400 bambini piemontesi incontrano A33 e Autostradafacendo

09/11/2022
di Assunta De Pascalis - SINA

È stato un bellissimo evento, quello che si è svolto lo scorso 27 ottobre grazie all’iniziativa ed alla disponibilità dei… Leggi >>

Gestione in sicurezza delle infrastrutture stradali: grandi infrastrutture nazionali e viabilità urbana

08/11/2022
di Direzione scientifica - SINA

Ordine degli ingegneri di Milano – Roma Capitale/Assessorato ai Lavori Pubblici e alle Infrastrutture in collaborazione con le giornate della… Leggi >>

Le cinture di sicurezza salvano la vita. In Autostrada dei Fiori muore un passeggero senza cinture posteriori allacciate, salvi gli altri.

25/10/2022
di Assunta De Pascalis – SINA

A distanza di 2 mesi da quanto riportato in questo articolo, leggiamo ancora di un morto in Autostrada dei Fiori… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>