home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Milano: 1 incidente su 5 vede un drogato alla guida

In questa sezione trovate i nostri articoli di approfondimento tecnologico e di novità sulla strada.

Milano: 1 incidente su 5 vede un drogato alla guida

di Autostradafacendo - SIAS

Sulle strade di Milano e provincia 1 guidatore su 5, tra quelli coinvolti in incidenti stradali, guida in stato di alterazione psicofisica dovuta all’assunzione di droghe: uno studio realizzato dagli specialisti del Dipartimento di Medicina di Laboratorio di Niguarda fornisce uno spaccato di quello che succede sulle strade milanesi.
Secondo lo studio:
– la sostanza più consumata risulta essere la cannabis con il 49% delle positività, seguita dalla cocaina (34% delle positività)
– nel sangue dei guidatori sono stati trovati riscontri anche di oppiacei (8,3%), metadone (5,6%) e anfetamine (3,1%).
Un guidatore su 5 (il 20%) è un dato enorme, che allarma ancor prima di far riflettere.

563 11 2015 Milano 1 incidente su 5 vede un drogato alla guida

Cannabis e Cocaina sono pericolose perché alterano lo stato di coscienza:
– La cannabis porta ad avere tempi di reazione molto più dilatati.
– La cocaina invece è uno stimolante che può facilmente portare alla perdita del senso di pericolo. Così il guidatore sotto l’effetto di questa droga può andare a velocità elevate, diventando una minaccia per sé e per le altre persone in strada.
Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Biochimica Clinica ed è firmato dal Direttore del Dipartimento Giovanni Gesu, insieme ai collaboratori Adriano Masarin, Cecilia Gechtman e Stefania Paccagnini che hanno messo sotto la lente una casistica di oltre 1.100 guidatori portati in pronto soccorso a seguito di incidenti stradali dal luglio 2012 al luglio 2014 (per una piccola percentuale rientrano nelle casistica anche gli autisti fermati in occasione di controlli stradali dalle forze dell’ordine).
“Tutto è nato con l’obiettivo di validare una nuova tecnica di analisi che lavora unicamente su campioni ematici” – spiega il biologo Adriano Masarin – “L’analisi ci ha visto collaborare con le forze dell’ordine e con il personale medico e infermieristico di 22 pronto soccorso di Milano e provincia”.
Per ulteriori informazioni:
– il sito dell’Ospedale Niguarda
– il sito di Focus
– il sito di La Repubblica
– il sito de Il Giornale

Ultimi articoli

Incidenti stradali e rianimazione: il video delle scuole guida Europee

01/07/2022
di Direzione Scientifica SINA

EFA (associazione europea delle scuole guida), in collaborazione con il Consiglio europeo per la rianimazione (ERC) ha lanciato un video… Leggi >>

Visita tecnica – il caso dell’Autostrada A33 Asti – Cuneo, innovazione nelle infrastrutture stradali: strutture, opere in acciaio e riduzione degli impatti ambientali

09/06/2022
di Direzione scientifica - SINA spa

Scuola di perfezionamento SINA – gruppo ASTM per l’ingegneria delle infrastrutture Visita tecnica La costruzione delle grandi infrastrutture di trasporto… Leggi >>

Cuneo: Autostradafacendo porta la sicurezza stradale nelle aule scolastiche

23/05/2022
di Marco Mariscotti – SINA

Nel pomeriggio di martedì 17 maggio 2022 presso l’Aula Magna dell’Istituto di Istruzione Superiore “G.Baruffi” di Ceva (CN), i circa… Leggi >>

“Capacità statica dei ponti autostradali – ammaestramenti dalle campagne sperimentali in scala reale: normativa, progettazione, ispezioni e monitoraggio” – 18 maggio 2022 data da riservare

22/04/2022
di Direzione Scientifica - Sina spa

Nei mesi di luglio e settembre 2021, Autostrada dei Fiori, SINA ed il Politecnico di Torino hanno effettuato una serie… Leggi >>

Pubblicato volume “Intelligent Transport Systems for Safe, Green and Efficient Traffic on the European Road Network” – SINA Consulente Project Manager, firma l’introduzione

12/04/2022
di Assunta De Pascalis - SINA

I Sistemi Intelligenti di Trasporto (“ITS”) sono facilitatori tecnologici strategici che hanno l’obiettivo di rendere il trasporto stradale sempre più… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>