home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > MOVE THE FUTURE: come la psicologia può aiutare la sicurezza stradale

In questa sezione trovate i nostri articoli di approfondimento tecnologico e di novità sulla strada.

MOVE THE FUTURE: come la psicologia può aiutare la sicurezza stradale

di Maria Rita Ciceri, Federica Biassoni, Federica Confalonieri, Carlo Alberto Meinero

L’Unità di Ricerca in Psicologia del Traffico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, insieme con il Dipartimento di Psicologia, ha presentato il convegno internazionale “Move the Future. Le direzioni della formazione per la sicurezza, la sostenibilità e la cittadinanza” che si è svolto nelle giornate del 16 e del 17 giugno 2016 presso l’Aula PIO XI.
Un convegno sui temi della sicurezza e sostenibilità che ha posto al centro il fattore umano. I lavori si sono articolati in cinque sessioni, che si sono occupate rispettivamente di simulazione e video games, norma e legalità, urbanizzazione e sostenibilità, formazione dei driver e comunicazione della sicurezza.
Ai tavoli di lavoro si sono alternati relatori d’eccellenza provenienti dal mondo accademico, dal mondo professionale e dal mondo delle istituzioni. Di particolare interesse è stato il confronto tra il mondo della Psicologia del Traffico, realtà nascente in Italia, qui rappresentata dall’Unità di Ricerca dell’Università Cattolica, insieme con il Presidente dell’Ordine nazionale degli Psicologi, dott. Giardina, e il presidente dell’ordine degli Psicologi della Lombardia, dott. Bettiga, e le istituzioni che tanto a livello nazionale che regionale operano nei settori della sicurezza e della sostenibilità. Sono intervenuti rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (dott.ssa Fristachi) e della Direzione Generale della Motorizzazione Civile (dott. Marianella e dott. Foresta), della regione Lombardia (dott.ssa Foresti). Erano inoltre presenti i rappresentanti delle principali associazioni di autoscuole italiane (Unasca e Confarca), Giordano Biserni, presidente di Asaps, (Associazione Sostenitori ed Amici della Polizia Stradale, associazione da vent’anni impegnata nella promozione della sicurezza stradale), Antonio Barbato, Comandante della Polizia Locale di Milano, e Antonio Avenoso, dallo European Transport Safety Council di Bruxelles. A rappresentare il mondo delle aziende Aniasa, Sina (che ha presentato Autostradafacendo l’iniziativa di educazione stradale del gruppo Gavio), Ford e il dott. Balestra in rappresentanza dell’Associazione Sulle Regole.

634 2016 06 24 Move the future

Gli psicologi del traffico sono stati anche protagonisti dello Psicotraffico Corner, una sezione dove diverse decine di professionisti operanti in questo ambito hanno mostrato alcuni progetti realizzati e in via di realizzazione sul territorio nazionale nelle diverse aree: dalla valutazione di idoneità dei conducenti di treno, agli interventi formativi sui conducenti di mezzi pesanti, alle attività di potenziamento di autonomia e sicurezza nella guida per anziani, allo studio del potenziamento di piacevolezza nell’uso dei mezzi pubblici.
Gli interventi nelle cinque sessioni previste hanno avuto invece l’obiettivo di mettere in dialogo la ricerca scientifica con le azioni degli enti pubblici e gli interventi delle aziende e dei diversi stakeholders del settore. Solo l’integrazione tra le varie azioni, infatti, può porsi a fondamento vitale per formare alla sicurezza gli utenti della strada in un mondo in rapida evoluzione, per potenziare azioni a sostegno della legalità, della sostenibilità, dell’uso consapevole dei diversi mezzi di trasporto e delle tecnologie. Per offrire una panoramica sugli sviluppi più recenti e interessanti della ricerca a livello internazionale, sono intervenuti il prof. Richard Backs della Central Michigan University, esperto di simulazione per il training per la sicurezza, la prof.ssa Samantha Jamson, dell’Institute for Transport Studies University of Leeds, esperta di ecoguida, il prof. Mark King, della Queensland University of Technology di Brisbane, la dott.ssa Berfu Unal, dall’Università di Groeningen (Paesi Bassi). Dalle diverse realtà italiane che si occupano di ricerca a livello accademico provengono invece il prof. Tiziano Agostini (Università di Trieste), il Prof. Marino Bonaiuto (Università La Sapienza), il prof. Fabrizio Bracco (Università di Genova), il dott. Caruso (Politecnico di Milano). L’Unità di Ricerca in Psicologia del Traffico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano è stata ovviamente presente anch’essa con diverse ricerche sulla sicurezza e la sostenibilità fuori dalla scuole, sul tema dell’auto da possesso a mezzo di trasporto, sulla multiculturalità dei conducenti e sul rispetto delle regole.
Il convegno ha proposto inoltre un momento di analisi e confronto sull’efficacia di strumenti di intervento consolidati e su quelli futuribili e ha presentato i vincitori di “4safe”, un contest di ricerca che ha visto partecipare ed emergere: il programma di training “Driving Skills For Life”, organizzato da Ford, così come la Drug Suit, una tuta che permette di sperimentare la guida in stato di intossicazione da stupefacenti; Sermetra con “La Nuova Guida, Patente Argento”; il Comitato Vivere meglio la città con “SiCuriamoci, la sicurezza (stradale) si impara”; Filippo Tognazzo con lo spettacolo teatrale “I Vulnerabili”, Toccafondi Multimedia con il “Safety Drive Simulator” e Yuri Tegas con lo spot audiovisivo sulla sicurezza stradale “Attenzione”.

Per ulteriori informazioni vi invitiamo a visitare il sito dell’Unità di Ricerca Psicologia del Traffico:
www.unicatt.it/psicotraffico o a contattare psicotraffico@unicatt.it

Ultimi articoli

La sicurezza nelle gallerie: normativa, esercizio autostradale e gestione delle emergenze – formazione ai sensi del D. Lgs. 264/06

26/09/2022
di Direzione Scientifica - SINA

Giornata della scuola di perfezionamento SINA (gruppo ASTM)  Martedì 25 ottobre 2022 – 8:45 – 13:30 Per la registrazione seguire… Leggi >>

L’esperienza di una vita non sempre impedisce di fare delle sciocchezze

12/09/2022
di Assunta De Pascalis – SINA

Non si finisce mai di… sbagliare! Paul Pelosi, 82 anni, marito di Nancy Pelosi, presidente della Camera dei Rappresentanti degli… Leggi >>

Fondazione ANIA 2022: “SINA NELLA GIURIA DEL PREMIO SULLA SICUREZZA STRADALE SANDRO SALVATI”

05/09/2022
di Direzione Scientifica SINA

SINA – Gruppo ASTM, giuria nella Quinta Edizione del Premio Tesi di Laurea “Sandro Salvati” sulla Sicurezza Stradale. La Fondazione… Leggi >>

Autostrada dei Fiori: la sicurezza passa anche per la tutela degli animali.

31/08/2022
di Assunta De Pascalis – SINA

L’abbandono degli animali è la solita piaga che affligge il periodo estivo e questa brutalità, se compiuta sulle autostrade e… Leggi >>

A Trento un’altra vittima del mancato uso dei sistemi di ritenuta posteriori. Il guidatore è penalmente responsabile per i minori senza cintura.

30/08/2022
di Assunta De Pascalis – SINA

Ancora una volta, il 13 agosto 2022, la vettura su cui viaggiavano tre ragazzi è finita contro un muro e… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>