home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Sicurezza stradale: l’Organizzazione delle Nazioni Unite ci chiama ad agire

Sicurezza stradale: l’Organizzazione delle Nazioni Unite ci chiama ad agire

di Luciana Iorio – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – Presidente del forum internazionale sulla Sicurezza Stradale dell’UN-ECE

Siamo abituati a vedere in televisione che le Nazioni Unite adottano risoluzioni per garantire la pace e la legalità internazionale, regolando i rapporti tra gli Stati.

Non è il nostro caso.

 

Le Nazioni Unite, con la risoluzione 64/255, hanno aperto il decennio 2011-2020 della sicurezza stradale, chiamando in causa tutte le Nazioni, ma non solo: hanno chiamato anche gli operatori e tutti noi ad essere promotori di una nuova cultura della sicurezza stradale, che porti a risultati concreti ed a cambiamenti tangibili dello statu quo.

Il Decennio si pone come primo obiettivo l’arresto della crescita del numero di vite perdute e come obiettivo conseguente una progressiva riduzione delle vittime, verso un Mondo in cui la mobilità è sicura per tutti gli utenti della strada. L’alternativa è ben triste: se non si interviene per affrontare l’attuale congiuntura, a livello mondiale, le vittime della strada sono destinate a crescere dall’attuale regime di circa 1,3 milioni di morti ogni anno a oltre 1,9 milioni di decessi all’anno entro il 2020. Questo è quello che le Nazioni Unite vogliono prevenire in questo Decennio.

In questo ambito, la Commissione Economica per l’Europa (ECE), per le Nazioni Unite, partecipa alle principali iniziative del settore, come la stessa campagna per la sicurezza stradale del gruppo ASTM-SIAS, la quale mi sembra riflettere e riportare piuttosto bene sul campo lo spirito e gli obiettivi dati dalla risoluzione 64/255. La politica di riduzione delle fatalità, deve essere considerata un’azione prioritaria, e tutti noi – operatori ed utenti della strada – dobbiamo sentirci impegnati ad evitare comportamenti rischiosi o scorretti dando tanti, tantissimi, piccoli contributi che però possano nel complesso salvare migliaia di vite umane, contribuendo ad una viabilità economicamente vantaggiosa per tutti i cittadini e sicura per tutti gli utenti della strada (passeggeri e merci).

Questa rinnovata attenzione sulla Sicurezza voluta dalla Nazioni Unite coinvolge tutti, esattamente al pari di questa iniziativa e chiama tutti: gli operatori coinvolti in politiche di mobilità e tutti noi come utenti della strada, all’impegno verso una maggiore consapevolezza e responsabilità.

Riporto nel seguito, un filmato realizzato dalle Nazioni Unite per esaltare l’importanza di una guida sicura fatta attraverso la conoscenza ed il rispetto delle regole. La differenza possiamo farla noi tutti. Il comportamento corretto e adatto alle circostanze è IL principio base del codice della strada italiano (art. 140) ed IL fattore principale per il successo di ogni strategia internazionale, nazionale o locale di promozione della sicurezza stradale. Ancora di più: è il fattore che rende vincenti noi tutti quando viaggiamo.

Ultimi articoli

Tecnica, verifiche e conoscenza per la qualità e la sostenibilità delle infrastrutture di trasporto

28/11/2022
di Direzione scientifica SINA

Visita tecnica 16 dicembre 2022  09:00 – 14:00     La qualità nella costruzione e gestione delle grandi infrastrutture di… Leggi >>

Convegno sicurezza stradale obiettivo zero vittime. Oltre 1000 partecipanti.

22/11/2022
di Direzione scientifica - SINA spa

Il 21 novembre 2022, in occasione della “Giornata mondiale in ricordo delle vittime della strada”, si è tenuta la terza… Leggi >>

400 bambini piemontesi incontrano A33 e Autostradafacendo

09/11/2022
di Assunta De Pascalis - SINA

È stato un bellissimo evento, quello che si è svolto lo scorso 27 ottobre grazie all’iniziativa ed alla disponibilità dei… Leggi >>

Gestione in sicurezza delle infrastrutture stradali: grandi infrastrutture nazionali e viabilità urbana

08/11/2022
di Direzione scientifica - SINA

Ordine degli ingegneri di Milano – Roma Capitale/Assessorato ai Lavori Pubblici e alle Infrastrutture in collaborazione con le giornate della… Leggi >>

Le cinture di sicurezza salvano la vita. In Autostrada dei Fiori muore un passeggero senza cinture posteriori allacciate, salvi gli altri.

25/10/2022
di Assunta De Pascalis – SINA

A distanza di 2 mesi da quanto riportato in questo articolo, leggiamo ancora di un morto in Autostrada dei Fiori… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>