home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Sicurezza stradale verso il 2020: una priorità europea

Sicurezza stradale verso il 2020: una priorità europea

di Dardo Srl, Engineering, Training & Consulting

Gli incidenti stradali in Italia, sebbene abbiano registrato negli ultimi anni una notevole riduzione, passando dagli oltre settemila decessi del 2002 ai poco più di quattromila del 2010, continuano a rappresentare una emergenza sociale ed economica del nostro Paese, come d’altronde in ogni altro Paese del Mondo.
Il nuovo libro Bianco dei Trasporti punta a raggiungere quota “zero” incidenti stradali entro il 2050. Una vera “mission impossible”. Con una tappa intermedia, fissata al 2020, in cui raggiungere un dimezzamento dell’attuale numero di decessi, che per l’Italia significa passare da 4000 morti/anno a 2000.
Le misure ipotizzate per ottenere un risultato così ambizioso sono articolate in una serie di iniziative che partono dal concetto di armonizzazione delle tecnologie esistenti sul territorio comunitario per andare verso lo sviluppo di una strategia comune che dovrà focalizzarsi sulla formazione e sulla educazione alla sicurezza stradale, promuovendo il rispetto delle regole, l’uso dei dispositivi di sicurezza, senza mai trascurare gli utenti deboli della strada: i pedoni, i ciclisti e i motociclisti.

La sicurezza stradale è un aspetto inevitabile del trasporto sostenibile che oggi costa ancora troppo alla nostra società, sia in termini di vite umane (i più colpiti, purtroppo, sono ancora i giovani) sia in termini di risorse meramente economiche.
Per questi motivi, il 20 giugno è previsto a Taranto un convegno che vuole mettere in luce quali sono le attuali tecnologie, le esperienze, le misure e le politiche al servizio di una maggiore sicurezza stradale.
Se da un lato sono state implementate misure e politiche significative che vanno verso una maggiore sicurezza sulle strade (maggiore prevenzione, maggior numero di controlli su strada, regole più severe per i comportamenti a maggior rischio, ecc.), dall’altro resta ancora molto da fare per la protezione degli utenti più deboli, per la limitazione e il controllo delle velocità massime in zona urbana, per il controllo su alcol e droghe, per un uso più generalizzato delle cinture di sicurezza.
Il convegno è stato ideato per partire dal Libro Bianco sulla politica Europea dei trasporti e per fare un nuovo punto sulle tecnologie e sulle misure per raggiungere gli obiettivi auspicati dalla Commissione Europea. Si cercherà inoltre di evidenziare le possibili strade per canalizzare i fondi che l’UE mette a disposizione per innalzare il livello di sicurezza sulle strade dei Paesi membri. Risorse che se ben utilizzate, specialmente in questo periodo di pseudo-recessione, potranno costituire non solo un utilissimo canale per ridurre il numero di morti e feriti, ma soprattutto per innescare un processo di riqualificazione dell’area mediterranea che, se opportunamente stimolato, racchiude in sé enormi potenzialità di crescita.
Altri importanti temi sui quali verterà il convegno:

  • guida sicura avanzata
  • revisione dei veicoli stradali
  • la formazione dei conducenti
  • nuovi strumenti per il controllo delle infrazioni
  • strumenti per i controlli su strada (alcol e droghe)
  • sicurezza delle infrastrutture stradali e direttiva 2008/96/CE
  • idoneità psico-fisica alla guida e linee guida per le CML (Commissioni Mediche Locali)

Leggi la bozza di programma del convegno.
Per ulteriori informazioni segui questi link: www.dardoweb.it oppure www.clickutility.it 

Ultimi articoli

Tecnica, verifiche e conoscenza per la qualità e la sostenibilità delle infrastrutture di trasporto

28/11/2022
di Direzione scientifica SINA

Visita tecnica 16 dicembre 2022  09:00 – 14:00     La qualità nella costruzione e gestione delle grandi infrastrutture di… Leggi >>

Convegno sicurezza stradale obiettivo zero vittime. Oltre 1000 partecipanti.

22/11/2022
di Direzione scientifica - SINA spa

Il 21 novembre 2022, in occasione della “Giornata mondiale in ricordo delle vittime della strada”, si è tenuta la terza… Leggi >>

400 bambini piemontesi incontrano A33 e Autostradafacendo

09/11/2022
di Assunta De Pascalis - SINA

È stato un bellissimo evento, quello che si è svolto lo scorso 27 ottobre grazie all’iniziativa ed alla disponibilità dei… Leggi >>

Gestione in sicurezza delle infrastrutture stradali: grandi infrastrutture nazionali e viabilità urbana

08/11/2022
di Direzione scientifica - SINA

Ordine degli ingegneri di Milano – Roma Capitale/Assessorato ai Lavori Pubblici e alle Infrastrutture in collaborazione con le giornate della… Leggi >>

Le cinture di sicurezza salvano la vita. In Autostrada dei Fiori muore un passeggero senza cinture posteriori allacciate, salvi gli altri.

25/10/2022
di Assunta De Pascalis – SINA

A distanza di 2 mesi da quanto riportato in questo articolo, leggiamo ancora di un morto in Autostrada dei Fiori… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>